Cani

Biscotti vegani per Cani

Biscotti Vegani per Cani

Il premio per il cane rappresenta non solo uno spuntino da sgranocchiare ma un gesto di gratitudine che abbiamo nei suoi confronti.

Chi gode della compagnia di un cane è abituato, infatti ad offrire al proprio amico a quattro zampe biscottini golosi che renderanno l’animale super felice. Ma avete mai pensato di preparare in casa biscottini vegani, sani e naturali?

Al supermercato troviamo prodotti per pet di varie specie. A volte è il prezzo economico a convincerci sull’acquisto, altre volte la marca. Ma se non sappiamo leggere le etichette, riportate sulle confezioni si corre il rischio di acquistare cibo di bassa qualità, ricco di grassi o esaltatori di sapori, che possono a lungo andar compromettere la salute del nostro amico.

Spesso, infatti nelle ciotole dei nostri cani finiscono pappe e crocchette realizzate con scarti alimentari della grande industria.

Sarebbe quindi preferibile abituare il nostro amico a mangiare cibi sani e soprattutto seguire una alimentazione fatta in casa, e se vegan ancora meglio. Numerosi studi sostengono che i cani possono seguire una dieta vegana migliorando la propria salute proprio come succede agli umani.

Ovviamente il cambio di alimentazione deve essere graduale, equilibrato, bilanciato e non improvvisato.

Intanto se non siete ancora convinti di cambiare la dieta del vostro cane, potete semplicemente provare a preparare in casa i biscottini vegan, ideali per la pulizia dei denti e valutare se li mangia volentieri o no.

Per fare circa 25 biscottini alle mele e carote ci servono:

  • 150 gr. di farina di farro
  • 50 gr. di riso soffiato
  • 1 mela grattugiata
  • 1 carota grattugiata
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Un goccio di acqua
  1. In una ciotola capiente mettiamo la farina, il riso, la mela e la carota grattugiate.
  2. Aggiungiamo l’olio e un goccio d’acqua e impastiamo con le mani per qualche minuto.
  3. Stendiamo l’impasto su un foglio di carta da forno aiutandoci con il mattarello.
  4. Possiamo sbizzarrirci nella forma che vogliamo dare ai biscottini. In commercio c’è anche lo stampino a forma di osso, oppure possiamo utilizzare un coltello e fare dei piccoli quadratini.
  5. Poniamo in una teglia e inforniamo in forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti.
  6. Lasciamo raffreddare e indurire i biscottini fino al giorno successivo.
Biscotti Vegani per Cani 1

Vi raccontiamo ora la testimonianza di Ylenia Giovannini, una nostra amica di Roma che ha scelto l’alimentazione vegana per i suoi due cani.

Lei prepara i biscottini con la farina di ceci, acqua e un po’ di sciroppo d’agave. Utilizza pochissimi ingredienti, a volte ci aggiunge le banane, o altra frutta o varie farine. Mischia tutti gli ingredienti, e ottiene un composto abbastanza consistente come se fosse la palla per preparare la piazza.

“Stendo l’impasto sulla carta da forno – ci spiega Ylenia – molto sottile e con un coppa pasta realizzo i biscottini, oppure li preparo come se stessi facendo gli gnocchi e poi li cuocio in forno a 220° per circa 40 minuti. Questi premi piacciono tantissimo ai miei cani.”

Ylenia Giovannini Biscotti Vegani per Cani

In foto: Ylenia e i suoi 2 cani ghiotti di biscotti vegani

Ylenia ci suggerisce anche di essiccarli con l’essiccatore invece che farli al forno, sottili e poi farli asciugare. Più sono duretti più piacciono.

“Con l’essiccatore ho fatto anche i croccantini con gli avanzi della centrifuga, ovviamente quelli che possono mangiare i cani. Gli avanzi diventano gustosi fiocchetti, da dare come snack. Così come le carote intere essiccate, per il cane sono un alternativo snack da sgranocchiare.”

Da quando i suoi cani sono vegani stanno molto meglio.

“Quando mangiavano le scatolette per pet soffrivano spesso di parassiti intestinali. Ora stanno in forma, ad esempio Amandina la mia cagnolina che viene da Amatrice, adottata dopo il terremoto, era stata colpita in una stalla con la mamma da una frana e purtroppo ha lo stomaco sensibile.

Se le davo i croccantini di carne, aveva la gastroenterite e stava male. Poi ho contattato il dottor Prota, che è il nostro nutrizionista di fiducia, e ho risolto con l’alimentazione vegana. Tutti mi prendevano in giro, per aver scelto l’alimentazione vegana per un cane, ora le mie amiche mi chiedono i croccantini fatti in casa anche per loro.”

Ricordiamoci che è sempre opportuno prima di cambiare alimentazione per i nostri amici consultare un veterinario o un nutrizionista proprio come ha fatto Ylenia, che saprà consigliarci al meglio.

Biscotti Vegani per Cani e non solo..

Per approfondimenti, AdozioniAnimali.com vi consiglia invece di leggere il libro “Il primo ricettario vegan per cani”, scritto dalla nota attivista per i diritti degli animali, Michelle A. Rivera, dove troverete ricette vegane fatte in casa, suggerimenti e informazioni su i cibi migliori e adatti ai nostri amici da compagnia e su i cibi da evitare perché nocivi.

6 Novembre 2021Comments Off,
Lucy, la gattina orfana che ha fatto innamorare Marisa

Lucy, la Gattina orfana

L’affezione per gli animali con i quali condividiamo non solo la casa, ma anche gioie e dolori è una delle emozioni più profonde che il genere umano possa provare

Essere in simbiosi con il nostro amico a quattro zampe, che ci aspetta felice davanti alla porta di casa, quando torniamo stanchi dal lavoro, e pronto a saltarci addosso per farci le feste è spesso il momento in cui capiamo che gli animali fanno parte della nostra famiglia.

C’è chi accusa di aver umanizzato all’estremo gli animali che ci tengono compagnia, di viziare troppo questi amici ai quali abbiamo tolto la libertà solo per il nostro egoismo. Ma non tutti sanno che questi animali provengono il più delle volte da situazioni di randagismo, e che sicuramente in strada avrebbero fatto una brutta fine.

Far parte di una famiglia! Forse è questo il massimo desiderio dei tanti randagi che per strada muoiono schiacciati sotto un’automobile, o di freddo, di fame, di stenti e di speranza. Considerarli componenti della famiglia è chiaramente un sentimento spontaneo.

La storia che ci racconterà oggi Marisa, impiegata di Roma, amante degli animali fin da quando era piccola, sottolinea che l’amore verso il proprio cane o gatto, o qualsiasi altro animale, ci rende speciali. Marisa ha adottato la sua Lucy, una gattina orfana e sfortunata nel 2013, al rientro da una vacanza estiva.

“Da prima delle vacanze Lorella, una mia collega mi aveva già parlato di Lucy. Qualche anno prima avevo perso Camilla, la mia micia, per una grave malattia e avevo sofferto molto, quindi dopo di lei sia io che mio padre, con il quale vivo, non volevamo più adottare altri animali. Ma la mia collega ha insistito, proponendomi di adottare Lucy, che veniva da una cucciolata: oltre lei c’erano due fratellini, trovati in una situazione davvero critica da sua figlia.”

Marisa non si lascia convincere subito dalla sua amica. Il dolore che ha provato per la perdita di Camilla vaneggia ancora nel suo cuore.

“Purtroppo la madre dei micetti era morta in un incidente stradale. La figlia della mia amica, che tra l’altro svolge volontariato per gli animali, era nei paraggi e aveva avvistato questi mici, dopo averli portati in salvo e dal veterinario, decide di fare stallo nel negozio di toilette dove lavorava.”

Ricorda che Lorella le disse a malincuore che un cucciolo era talmente grave che perse la vita subito, e così anche l’altro fratellino dopo tanti sforzi per salvarlo. Lucy invece era una micia combattiva e giorno dopo giorno acquistava la forza di vivere. Era piccolissima e miagolava forte.

Marisa si emoziona al pensiero di quanto la sua piccola Lucy abbia lottato per restare in vita dopo aver perso la sua mamma. Quando parla di Lucy, capiamo subito che il suo cuore è grande ed è pronta ad accogliere la micia sfortunata.

“Eravamo titubanti sia io e mio padre perché Camilla era ancora viva nei nostri cuori, ma alla fine, l’amore per gli animali, per questa micina così piccola, ha vinto. Così quando papà vide la sua foto si sciolse, si mise quasi a piangere, si commosse, la vide indifesa e anche io tuttora mi commuovo. Gli dissi – Diamoli una possibilità! Noi sappiamo amare gli animali, babbo, ti prego prendiamola! E fu amore a prima vista.”

Quando adottiamo un animale la nostra vita sicuramente cambia in meglio. Ci sentiamo più gioiosi e anche più responsabili nei confronti degli animali adottati, che presto consideriamo come figli o fratellini più piccoli. Anche per Marisa la vita dopo l’adozione di Lucy è cambiata in meglio.

“Quando sono triste, o sono un po’ giù di morale, o torno da lavoro e sono un po’ stanca, lei mi si mette vicino e mi fa le coccole. Magicamente mi passano i pensieri e mi rilasso, ecco la mia vita non è proprio perfetta ma lei la riempie con il suo amore, la sua attenzione. Mi riempie la vita, le giornate, io torno a casa e so che c’è lei e sono felice.”

Lucy e Marisa - Gattina Orfana

Quando si cresce con un animale accanto riceviamo davvero un dono grande, e la storia di Marisa ci insegna che è proprio vero che gli animali fanno parte della nostra famiglia.

“Ho avuto il mio primo gatto quando avevo 5 anni. In realtà era il micio della famiglia dell’ultimo piano, loro erano una famiglia numerosa, e questo micio non era calcolato. Un giorno scappò di casa e ce lo trovammo davanti alla nostra porta. Decisero di regalarcelo, dicendo – Marisa è sola e figlia unica, ve lo regaliamo, noi siamo tanti almeno questo micio potrà far compagnia a qualcuno. Io lo chiamai Paperino, e fino all’età di 22 anni per me è stato sempre il fratello che non ho mai avuto, un fratello maggiore.

A scuola elementare dicevo che avevo un fratello che si chiamava Paperino, poi in realtà le maestre vennero a sapere che era un micio e non un fratello umano. Avevamo un rapporto simbiotico, lui mi proteggeva, mi stava accanto se piangevo per problemi a scuola, lui arrivava addirittura a percepire il mio dolore e e a star male per me, quindi era un amore immenso.”

Gli animali possono davvero trasformare la nostra esistenza, accrescendo la nostra sensibilità. Le parole di Marisa sono una bellissima testimonianza di questo e noi non possiamo fare altro che ringraziarla.

“Oggi per me Lucy è l’immenso, arricchisce la mia vita. Chi non ha animali penso che non possa capire quale dono sia, quale privilegio sia condividere la vita con una animaletto, con un amico a quattro zampe. Io ho sempre ringraziato il destino che mi ha fatto incontrare queste anime pure.

Vengono da noi per un motivo specifico, per riempirci la vita in un momento forse particolare, in diversi momenti per sostenerci, e dovremmo soltanto apprezzare questo grande dono e capire che ricchezza loro ci donano con la loro presenza.”

Se vuoi raccontarci l’adozione del tuo pet scrivici e saremo felici di raccontarla. 🐾

6 Novembre 2021Comments Off,
Associazione Calico: aiutiamo i randagi a cercare una casa

Associazione Calico

Fare volontariato in un canile o gattile è sicuramente uno dei modi migliori per occupare il nostro tempo libero, stando in compagnia di tanti amici a quattro zampe meno fortunati, che non hanno una famiglia e una casa.

Sonia Associazione Calico

Oggi incontriamo Sonia Nicoletta D’Angelo, volontaria e presidente di Associazione Calico, che dedica anima e corpo agli animali del gattile di Valle Grande a Roma sulla via Braccianese.

Coccole e carezze sono alla base di chi si occupa dei randagi, che, come sottolinea Sonia – “Sono molto spesso frutto di abbandoni e di sterilizzazioni non effettuate in nome dell’ignoranza colpevole.”

Fare il volontario è certamente un impegno grandissimo che ha come obiettivo il benessere degli animali, Sonia come nasce Associazione Calico?

Associazione Calico nasce due anni fa. Siamo un gruppo di persone che amano gli animali e ci occupiamo di tutte le bestioline, cani, ma anche conigli e gerbilli. Abbiamo avuto cavie peruviane e tempo fa, mi sono occupata personalmente anche dei cinghiali.

Dove vi trovate di preciso?

La sede legale è a Nepi e collaboriamo molto con la polizia locale, che ci chiama quando trova un animale, specialmente cane per non mandarlo in canile e non fargli fare una brutta fine. Inoltre ospitiamo in una cantina, i gatti in stallo o quando devono fare il post operatorio della sterilizzazione, e anche i cuccioli.

La Cantina dei gatti è al centro del paese e c’è una finestrella dove i micetti si mettono fuori a guardare e la gente che passa li vede e li accarezza. Ovviamente abbiamo messo un cartello su cui è scritto che i gatti sono protetti dall’Associazione Calico e cercano una famiglia.

Da moltissimi anni ti occupi di trovare una sistemazione e una famiglia ai tanti trovatelli che incontri per strada. Sonia, raccontaci l’impegno e l’amore che, come volontaria, doni tutti i giorni agli ospiti di Valle Grande.

Si, sono tantissimi anni che sto al gattile Valle Grande. Noi dell’Associazione Calico, come spiegavo all’inizio, ci occupiamo principalmente di animali bisognosi, malati o molto vecchi.

Come tutte le associazioni che stanno all’interno dei canili e gattili dobbiamo verificare che tutto vada bene e che il benessere degli animali sia rispettato. Da volontarie vediamo come stanno i gatti, li coccoliamo, cerchiamo di farli delle foto per spingere le adozioni, vediamo come stanno in salute.

Associazione Calico Adozioni

Cosa può fare, quindi un volontario quando si accorge che un animale non sta bene?

Il compito del volontario è segnalare al direttore sanitario che, per esempio “il gatto quando mangia sento che strilla forse ha dolore dei denti oppure respira male, o ha l’occhietto un po’ chiuso”. Quindi in questo caso segnali che l’animale non sta bene.

Negli ultimi anni sembra che i protagonisti dei social siano gatti e cani, e che addirittura i proprietari abbiano creato seguitissimi profili personali del proprio animale da compagnia. Quanto sono importanti oggi i social, invece per le condivisioni degli appelli?

I social, per quanto riguarda le adozioni e per farti conoscere sono molto importanti perché solamente grazie ai social riesci a fare molte adozioni. Anche se alla fine sono un’ arma a doppio taglio, perché comunque ti contatta molta gente che vuole il gatto solo perché è bello.

Infatti se mettiamo un gattino a pelo semi lungo o con una foto perfetta ti chiamano in molti, altrimenti se è un gattino nero con un pelo che non suscita nessun interesse nessuno ti chiama.

In realtà solo quando vieni a conoscere il gatto in gattile, ti accorgi che è un gatto coccolone e fa le fusa. E’ importante anche il passaparola e spesso c’è chi ti contatta poiché un suo amico ha preso un gatto o un cane da noi tempo fa.

Reputi che siano aumentate le adozioni rispetto agli anni passati?

Le adozioni oscillano tanto! Con il Covid, secondo me le adozioni sono molto diminuite, però è tutto molto relativo, d’estate si adotta pochissimo. Quando poi arrivano i cuccioli a fine agosto o inizio settembre la gente fa più richiesta.

Il problema delle persone è che comunque vogliono subito il gatto e noi specifichiamo che adottare un gatto è una cosa che va fatta con coscienza quindi deve essere una adozione consapevole.

Ti è mai successo di fare uno stallo a un cane o gatto e alla fine te ne sei innamorata accogliendolo per sempre in casa?

Da un po’ di anni a questa parte non posso più fare stalli perché il mio gatto cieco Paolino, è senza vaccino quindi non posso portare altri animali in casa. Lui è senza vaccino per il fatto che quando era piccolo i suoi fratelli sono morti di una malattia virale e neurologica, quindi tutti i veterinari mi hanno sconsigliato di vaccinarlo.

Come ti dicevo prima, ora faccio gli stalli nella cantina e si, mi innamoro dei gattini. Però nel tempo quest’amore si è trasformato, infatti noi volontari abbiamo tanto amore per gli animali ma è diventato un amore diverso da quello che hai per il tuo gatto di casa.

E’ un amore a tempo determinato nel senso che sai che a un certo punto con freddezza dovrai prendere il gatto e dovrai darlo all’adottante. Non mi metto a piangere che va via il gatto e se piango è un pianto di commozione.

C’è un’adozione che ricordi con commozione?

Mi sono commossa tantissimo un anno fa per l’adozione di un gattino che doveva raggiungere la sua nuova famiglia a Milano. Mi ha mandato un video la volontaria, partita con Italo, che stava portando il gatto a Milano, e con entusiasmo mi ha scritto “Siamo pronti per partire”. Quando il treno è giunto a destinazione mi arriva anche il video degli adottanti che accolgono il gattino.

Mi commuovo pure adesso a raccontarlo, vedere questo treno che arriva e tu sei lì e c’è tutta una organizzazione intorno di persone che la pensano allo stesso modo. Persone che fanno un lavoro diverso, non si conosco ma che hanno un unico obiettivo, quindi in quel momento è portare a destinazione uno scricciolo di neanche un chilo. Queste sono le storie più commuoventi!

Ogni adozione ha una sua storia, Sonia, quale è invece l’adozione che più ti ha fatto sorridere?

Mi ricordo quella in cui è venuta Giorgia, una ragazza che ora è diventata mia amica, e dopo tanti anni continua a mandarmi le foto dei suoi gatti felici. Lei era venuta per adottare Margherita, una gattina stupenda e nel box c’era anche Giovanni, che all’epoca era uno scriccioletto a pelo semi lungo, tutto nero, magrissimo, il più piccolo della cucciolata.

Noi consigliamo di adottarne sempre due e allora, ho preso il trasportino e invece di metterci solo Margherita ho messo anche Giovanni e le ho detto di prenderli tutti e due. Lei mi dice che assolutamente non può. A quel punto le ho detto con finta cattiveria di levarlo dal trasportino e di riportarlo nel box. Ha cominciato a insultarmi, perché non ci riusciva a prendere quel gattino così minuto. Si era accovacciato dietro Margherita come a dire “Portami a casa, portami via”, quindi lei non ce l’ha fatta. Ha chiamato la madre per farsi consigliare e alla fine se li è presi tutti e due.

Ogni volta mi ringrazia per averla costretta ad adottarli entrambi.

Giovanni è diventato un gattone bellissimo e simpatico che combina sempre danni. L’altro giorno mi manda una foto del gatto nero con scritto “Indovina chi è stato?”. Giovanni sembrava avesse la neve in testa, ma si era semplicemente messo nella busta del pecorino. Sorrido sempre quando penso all’adozione di Margherita e Giovanni.

associazione-calico

Grazie Sonia, noi di adozionianimali.com saremo lieti di ospitare i tuoi appelli anche qui!

Condividere e raccontare le adozioni dei nostri amici a quattro zampe è sempre una gioia, e ci fa capire che tra noi e gli animali c’è un filo sottile che ci unisce e si chiama empatia.

Se anche tu vuoi condividere la tua storia scrivici e saremo pronti ad ascoltarla. 🐾

6 Novembre 2021Comments Off,
Gatti e Cani hanno davvero bisogno di ascoltare musica?

Gatti e Cani hanno davvero bisogno di ascoltare musica?

Servizi di streaming come Amazon Music e Spotify offrono video, playlist e libri per intrattenere cani e gatti. Ma chi ne beneficia di più: gli animali o i loro proprietari?

Di recente Spotify ha annunciato nuove playlist per cani, gatti e per i loro proprietari amanti alla musica. Audible, il servizio di libri in streaming, dal canto suo ha collaborato con il noto personaggio televisivo Cesar Millan (di cui noi ne dubitiamo le capacità per svariati motivi) per stilare una lista di libri da ascoltare adatti ai cuccioli.

Cesar Millan Audible

Anche Amazon Prime con i loro scoiattoli che litigano e i procioni chiacchieroni, hanno trovato risalto sui social media, dove i proprietari pubblicano video dei loro gatti incantati dall’azione sullo schermo.

Contenuti video

Tuttavia, non si parla di una vera e propria novità in questo settore. Infatti, già nel 2012 ha debuttato il primo canale televisivo per cani “DogTV” che offre anche un servizio di streaming. Ideato inizialmente per ridurre l’ansia da separazione e stimolare i cani rimasti soli in casa, un anno dopo, uno studio sulla rivista Animal Cognition ha mostrato che i cani potevano distinguere i volti di altri cani sullo schermo di un computer.

Nello stesso periodo, l’industria dei prodotti per animali domestici stava esplodendo. L’anno scorso, ad esempio, gli americani hanno acquistato 72 miliardi di dollari in cibo, forniture e giocattoli per i loro animali domestici. Non sorprende che anche i servizi di streaming vogliano soddisfare questo mercato che a quanto pare si rivela molto redditizio.

E la musica?

Tramite un sondaggio Spotify ha chiesto a 5.000 proprietari di animali domestici provenienti da Gran Bretagna, Australia, Spagna, Italia e Stati Uniti prima di pubblicare le sue playlist incentrate sugli animali domestici. Più del 70% ha affermato di aver fatto ascoltare musica ai loro amici pelosi, perchè convinti che la musica aiutasse ad alleviare lo stress del proprio animale.

Secondo il sito web di Audible, queste raccomandazioni si basano su uno studio effettuato solo su 100 volontari a cui sono stati forniti dispositivi Amazon Echo ed è stato chiesto di riportare le reazioni dei loro cani all’ascolto dei libri sul dispositivo. Lo stesso Cesar Millan però da un consiglio che fa riflettere scrivendo che “I cani devono essere in uno stato rilassato per aver beneficio dagli audiolibri”.

Tradotto significa che se il tuo Cane ascolta gli audiolibri quando è nervoso, rimarrà nervoso. In effetti, guardare gli uccelli o gli scoiattoli sullo schermo non può sostituire la vita all’aria aperta. Almeno se sono fuori possono annusare o scavare!

Il dottor Nolan Zeide, un veterinario a Stamford, Connecticut, ha detto che le onde sonore e le frequenze influenzano gli animali, ma che stare con i loro proprietari è ciò che vogliono di più. Nel dubbio, dal momento che abbiamo sia Amazon Prime che Gatti e Cani, abbiamo voluto provare per dire la nostra…

Amazon offre comunque tanti prodotti e servizi fantastici che ti potrebbero interessare!

Scegliamo un video di una foresta zeppa di uccelli e scoiattoli e la mia gatta si è subito immersa in questo ambiente proiettato sullo schermo, dove scoiattoli e uccelli erano grandi quanto lei. Inizialmente sembrava filare tutto liscio, ma questo idillio è durato ben poco: da dolce e coccolona si è trasformata nell’assassina nata che è. Voleva predare lo scoiattolo sullo schermo, poi l’uccellino, e poi l’uccello successivo e di nuovo lo scoiattolo!

Come intrattenimento, funzionava decisamente. Forse troppo bene. I suoi baffi e le sue orecchie si inclinarono in avanti, le pupille si scurirono e la sua messa a fuoco aumentò gradualmente. Avrebbe cacciato, catturato e ucciso ognuno di loro. Ci rendiamo conto che stava calcolando la distanza dal tavolino agli uccelli sullo schermo televisivo, pronta a sferrare quello che sarebbe stato un attacco disastroso e abbiamo spento la TV in tempo per evitare il disastro! 

Dalla nostra esperienza, far guardare la TV ai nostri amici pelosi non sembrerebbe una buona idea. Discorso diverso però, se si ritorna a parlare solo della musica o dei suoni dei versi di altri animali.

Gatti Adottabili Adozioni Animali

Gli animali domestici sono estremamente delicati, considerando che il loro stato psicologico è facilmente influenzato da fattori di stress come i rumori forti, ad esempio. Anche gli estranei possono potenzialmente scatenare l’ansia nei nostri animali domestici. Sfortunatamente, ansia, paura e comportamento distruttivo hanno tutti un effetto negativo sulla salute, la sicurezza e la qualità della vita complessiva dei nostri animali domestici.

La musicoterapia aiuta i nostri amati animali domestici ad affrontare queste condizioni in modo non solo sicuro e non invasivo, ma anche estremamente efficace. È stato anche dimostrato che allevia il dolore negli animali che soffrono di problemi cronici. La musica rilassante, come la musica classica, consente loro di dormire più serenamente.

Lori Kogan, Regina Schoenfeld-Tacher e Allen Simon hanno studiato gli effetti comportamentali della stimolazione uditiva sui cani in canile e hanno scoperto che riprodurre musica classica ai cani tenuti in canile con strutture professionali ha avuto effetti positivi nel mitigare alcuni degli stress psicogeni. Da questa ricerca, è stato dimostrato che la musica classica non solo riduce i cambi di comportamento negli animali domestici, ma riduce anche l’ansia e abbassa la frequenza cardiaca.

Ad esempio, una melodia forte può causare un aumento dell’adrenalina mentre una melodia più dolce ha un effetto rilassante sul loro sistema nervoso. Per questo motivo, la musicoterapia può essere utilizzata efficacemente per ridurre i livelli di stress dei nostri animali domestici nelle nostre case, dal veterinario, nelle nostre auto o nei rifugi per animali.

In conclusione..

I vantaggi della musica sugli animali domestici sono assolutamente accertati, i video potrebbero invece solo essere una mossa commerciale. La musica non solo riduce i livelli di ansia degli animali domestici, ma li aiuta anche a far fronte meglio ad altri fattori di stress psicologico, come rumori forti o temporali. Il modo in cui la musica ti calma quando sei impegnato a leggere un libro è lo stesso modo in cui la musica calma gli animali in un rifugio.

Cani Adottabili Adozioni Animali
6 Novembre 2021Comments Off,
Prolife R-Evolution: migliori crocchette per cani e gatti?

Prolife opinioni Cibo Cani Gatti

Siamo stati invitati all’evento di presentazione della nuova linea di alimenti per animali domestici di Prolife. Dal momento che il nostro è un sito di servizi, abbiamo deciso di partecipare perché riteniamo importante conoscere anche gli aspetti che riguardano sia il cibo per cani, sia il cibo per gatti.

Gamma Prolife Dry R-Evolution

Sempre più persone decidono di adottare un pet e di farne un membro della propria famiglia e l’alimentazione costituisce una componente fondamentale di quello che è poi il semplice gesto di prendersi cura del benessere della famiglia stessa.

Prima di esprimere la nostra opinione sui nuovi prodotti Prolife è utile spendere due righe su questa azienda italiana, per chi ancora non la conoscesse. Zoodiaco Pet & Green con sede a Rovigo che produce alimenti per animali domestici e non solo:

Il prodotto di punta dell’azienda è la linea Prolife, supportata dalle altre linee i Golosi e Still per l’alimentazione di cani e gatti.

  • Oikos (alimenti per Ornitologia, Roditori, Conigli e Furetti)
  • Affex (Accessori, shampoo, salviette per cani e gatti)
  • Mondo Baffo (Lettiere e prodotti per la cura e l’igiene di gatti e piccoli mammiferi)
  • Oro Verde (Sementi da prato, terricci, concimi liquidi)
  • Mai Più (Insetticidi, prodotti per l’igiene)

Fondata nel 1993, oggi vanta un catalogo con oltre 1000 referenze, quindi non proprio gli ultimi arrivati! Una caratteristica peculiare di questa azienda è quella di non vendere i suoi prodotti nella GDO ma fa come punto di forza quella avvalersi 3500 centri specializzati sul territorio italiano.

Fatte le dovute presentazioni, quello che ci ha convinto a partecipare è il fatto che questa azienda ha deciso di prendere per prima una nuova strada per quanto riguarda i suoi prodotti, quello che loro definiscono una vera e propria rivoluzione.

Carne e pesce fresco: come in natura

Prolife ha scelto di privilegiare carne e pesce fresco destinati al consumo umano nella formulazione degli alimenti perché non essendo state sottoposte precedentemente a trattamenti termici, mantengono le proprie qualità nutrizionali. Con questa scelta, vengono garantite crocchette per cani e croccantini per gatti sempre più appetitosi.

Originè: tracciabilità e trasparenza

Si sfrutta al massimo il potenziale dei servizi tramite web. Praticamente tutti possediamo tutti uno smartphone e l’idea di Prolife è stata quella di inserire un QR Code (un codice a barre speciale) alla base del pacco di crocchette che se inquadrato con la fotocamera, ti riporta immediatamente al sito con la descrizione del prodotto e, udite bene, all’indicazione d’origine delle materie prime.

Questo vuol dire che di un determinato pacco posso conoscere immediatamente le caratteristiche, gli ingredienti, la composizione e anche la provenienza delle materie prime. Trovo in questo caso che sia assolutamente fantastico che un acquirente possa fare una valutazione preliminare dell’alimento ancora prima di effettuare l’acquisto. Bisogna davvero fare i complimenti e sottolineare l’importanza di questa iniziativa.

La Nutrigenomica

Un altro aspetto molto importante dove l’azienda punta a contraddistinguersi fra tutti i marchi presenti sul mercato è la filosofia nutrizionale che sta dietro alla Nutrigenomica: studiare come la nutrizione, e quindi gli alimenti, possano condizionare e influenzare alcune fondamentali funzioni fisiologiche. Grazie agli studi dell’azienda AllTech all’interno dei vari mangimi vengono inseriti diversi elementi sinergici, organici e naturali che sono:

  • Bioplex®: influenza la crescita, lo sviluppo e la formazione delle ossa e del sangue oltre a favorire la funzione cerebrale per i cuccioli, mentre per gli adulti è essenziale per la pelle, il pelo e le ossa oltre a supportare la formazione della cartilagine.
  • Economase®: aiuta la crescita muscolare nei cuccioli, supporta il normale funzionamento del sistema immunitario nei pet adulti, supporta il normale funzionamento del sistema immunitario nei pet anziani e aiuta a ridurre la preossidazione e l’invecchiamento cellulare
  • NUPRO®: contribuisce allo sviluppo immunitario nei cuccioli, rafforza le difese immunitarie dell’intestino contro le infezioni negli adulti, migliora il ricambio cellulare negli anziani
  • Actigen®: contribuisce a una buona condizione intestinale per cuccioli, adulti e anziani
  • Bio-Mos®: stimola le naturali difese dell’organismo nei cuccioli, mentre per adulti e anziani rinforza la funzione del sistema digestivo

Quando abbiamo posto la domanda del perché di tutte queste novità e scelte, ci è stato risposto così:

“Pensate alla prevenzione: continuiamo a dare tutti i giusti valori nutritivi e ne inseriamo degli altri che possano prevenire malattie cardio vascolari, problemi alla pelle, problemi alle ossa, ridurre i problemi di disordine intestinale”

Si evince che l’interesse è quello di essere proiettati a mantenere il pet al massimo della sua salute.

Voglio sbilanciarmi con un’affermazione: tutto questo mi ha ricordato un pò quello che sta accadendo all’essere umano di oggi. Creme anti età, crema anti ruga, prodotti specifici per agevolare la flora intestinale e via dicendo, ma non sotto forma di medicine, ma di alimenti completi. Se avessimo saputo 20 anni fa con certezza scientifica che potevamo mangiare un alimento piuttosto che un altro e sarebbe rallentato il nostro processo di invecchiamento, non ci avremo almeno provato? Io credo di si.

Pochi ingredienti – Nuovi gusti

Tra le carni, oltre alle solite crocchette al gusto di Maiale, Manzo, Pollo, Tacchino e Cinghiale, appaiono la Quaglia, il Bufalo, l’Oca e il Fagiano. Tra i pesci, oltre ai più comuni Salmone, Tonno e Trota, abbiamo ora altre scelte di proteine leggere e digeribili come il Pesce Bianco e lo Storione. A livello di proteine, dove necessario viene inserito anche l’Uovo.

Linea Prolife REvolution Cani

Potremmo stare a scrivere ancora molto sui nuovi prodotti Prolife, ma ci limitiamo a quanto indicato sopra, che sono stati i punti degni di nota e anche quelli che oggi sono una novità per il mercato del pet food. Oltre a queste informazioni teoriche, come Appets stiamo anche facendo un test dei prodotti: al momento abbiamo fornito alcuni dei prodotti della nuova linea a 1 cane adulto di taglia media con esigenze specifiche, 1 cane cucciolo di taglia mini con sensibilità, 1 cane taglia grande senza nessun disturbo.

Per il momento possiamo dire che per tutti è risultato da subito appetibile e mangiato con gusto, che è la cosa più importante. Vedremo nelle prossime settimane se i cani con esigenze e sensibilità hanno trovato il giusto equilibrio grazie al nuovo cibo.

Se stai pensando anche tu di provare uno dei nuovi prodotti della linea Profile, tieni a mente che il cambio di alimentazione deve essere graduale e vale per tutte le marche:

I primi 3 giorni si mischia 1/4 della razione prevista con il prodotto nuovo. Il terzo, quarto e quinto giorno si divide la razione di cibo facendo a metà tra il vecchio e il nuovo prodotto. Dal sesto al nono giorno si dovranno mettere 3/4 del nuovo prodotto e 1/4 del vecchio, per poi infine passare successivamente alla razione prevista con solo il nuovo prodotto.

Consigli Utili

Se stai pensando anche tu di provare uno dei nuovi prodotti della linea Profile, tieni a mente che il cambio di alimentazione deve essere graduale e vale per tutte le marche:

Consigli utili cambio alimentazione cane gatto

I primi 3 giorni si mischia 1/4 della razione prevista con il prodotto nuovo. Il terzo, quarto e quinto giorno si divide la razione di cibo facendo a metà tra il vecchio e il nuovo prodotto. Dal sesto al nono giorno si dovranno mettere 3/4 del nuovo prodotto e 1/4 del vecchio, per poi infine passare successivamente alla razione prevista con solo il nuovo prodotto.

Nuove formule

Smart: dedicata al cane, dallo svezzamento al mantenimento

Dual Fresh: decisamente una nuova proposta nel mondo del pet food, ovvero una linea con doppia carne fresca sia per cani che per gatti

Sterilised: come ci fa capire il nome si tratta di una linea per cani e gatti sterilizzati che offre un apporto calorico controllato e soddisfi il fabbisogno

LifeStyle: per cani e gatti con esigenze legate allo stile di vita. Per il cane in sovrappeso o anziano, e per il gattino o gatto adulto

Sensitive: solo per cani sensibili con necessità di un programma alimentare a misura, singola fonte proteica

Grain Free: per cani sensibili nei confronti di cereali e glutine. Infatti in natura, sia il cane che il gatto, raramente si nutrono di tali componenti

Extreme: Se la doppia carne fresca non basta, ecco i prodotti con tripla carne fresca! Soluzioni nutrizionali per cani pensate per rispettare la sua elevata natura primordiale o più banalmente al giorno d’oggi, pensate per cani che svolgono un grosso carico di lavoro o sono atleti

Exigent: Come sopra, una linea per gatti con tripla carne fresca, per soddisfare la vera natura dei felini più esigenti

Prolife R-Evolution sarà il miglior cibo per animali domestici in Italia?

Questo fondamentalmente non lo sappiamo ancora dire. Sarà il tempo a darci una risposta, ma con certezza possiamo già confermare che la strada per una grande novità si è aperta. Per questo articolo prolife opinioni cibo cani gatti da parte nostra è tutto, e tu cosa ne pensi? Dicci la tua nei commenti o raccontaci la tua esperienza con i prodotti di questa marca!

6 Novembre 2021Comments Off,